Marzo 3, 2024

Bellunotoday drink&food magazine

Enogastronomia, Eventi nel Veneto e dintorni

Un laboratorio del gusto nel cuore di Venezia

3 min read

Inaugurerà a gennaio il progetto Enologismi, un luogo aperto a tutti, dedicato alla ricerca e alla conoscenza del pensiero enogastronomico italiano

Un nuovo spazio che ancora non c’era dove il gusto si intreccia con la musica, l’arte, la storia e la fotografia per avvicinare appassionati, curiosi e cultori dell’enogastronomia. È ENOLOGISMI, progetto fortemente voluto da Laura Riolfatto, visual artist, sommelier e wine&food stylist, che inaugurerà il 20 gennaio 2024 a San Pietro di Castello, un angolo di Venezia tutto da scoprire, che ha mantenuto la propria autenticità sottraendosi al turismo di massa. Un neologismo, ENOLOGISMI, che identifica un pensiero e un nuovo movimento “cultural-enologico”.

ENOLOGISMI è uno spazio restituito alla città grazie a un sapiente recupero di Francesco Cucchini, proprietario dei Cantieri Cucchini, e fa parte dei docks cantieri cucchini, squeri e cantieri nautici costruiti a cavallo tra il XIX e il XX secolo, sono devenuti oggi splendidi spazi espositivi.

Dal 20 gennaio al 30 marzo 2024 saranno molti gli appuntamenti in programma, dalle mostre ai corsi di fotografia, dalle degustazioni letterarie o musicali agli incontri alla scoperta della cultura della tavola per arrivare alla cucina vegetariana e vegana.

«ENOLOGISMI avrà la finalità di far conoscere, tramite la degustazione, l’assaggio, il racconto e la fotografia, alcune tra le eccellenze enogastronomiche italiane, attraversando l’identità dei territori vocati, tramite le aziende e le persone che ogni giorno si dedicano alla nostra agricoltura per renderla sempre migliore». Afferma l’ideatrice del progetto, Laura Riolfatto.

Si inizierà il 20 gennaio alle 11:00 con l’inaugurazione della mostra fotografica “L’estetica del tempo sospeso progetto Porto Marghera” di Andrea Morucchio realizzata in collaborazione con il Museo del Paesaggio di Torre di Mosto. Una mostra originale, piena di speranza, che svela il lato bello di una città, Marghera, generalmente associata a luogo di produzione industriale. Sempre il 20 gennaio alle 17:30 si terrà “Esercizi spirituali per bevitori di vino”, incontro di presentazione del libro scritto dal giornalista Angelo Peretti in conversazione con Massimo Zardo e Laura Riolfatto, seguito dalla degustazione guidata dei vini scelti dall’autore. Il 2 febbraio alle 20:00 sarà la volta di “Walk on the Wine Side” con Gianpaolo Giacobbo e Massimo Zardo, dove la storia del Rock si fonderà con quella dei vini naturali grazie alla degustazione dove i vini saranno abbinati ai vinili. Mentre sabato 3 febbraio e venerdì 1° marzo dalle 10:00 alle 16:00 ci sarà il “Food Photography workshop” a tema Still Life Food a cura di Nicoletta Fornaro e di Laura Riolfatto, in cui una food photographer e una wine&food stylist insegneranno ai partecipanti come fotografare il cibo con la tecnica del chiaroscuro e la luce naturale. Domenica 4 febbraio dalle 10:00 alle 13:00 Alessia Cipolla racconterà storia e design che si celano dietro a un bicchiere all’incontro “I bicchieri a tavola tra storia e design”, cui seguirà una degustazione guidata in abbinamento a finger food. Il 2 marzo alle 17:30, invece, si terrà l’incontro “Visionarie memorie – La Storia del vino a Venezia, riti e luoghi di incontro, attraverso il racconto della più significativa pianta viaggiatrice del Mediterraneo, la vite” con Laura Riolfatto e Martina Vacca e la degustazione guidata abbinata a finger food.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.