Novembre 28, 2022

BellunoToday Magazine

Drink & food, Enogastronomia, Eventi

Al via da sabato 18 giugno “Teatri fuori dai teatri”

5 min read
Teatri fuori dai teatri

Il tour turistico teatrale della Compagnia di Arti e Mestieri in Friuli Venezia Giulia e nel trevigiano lungo le rive dei fiumi tra sapori e saperi

Da sabato 18 giugno al 28 agosto la Compagnia di Arti e Mestieri di Pordenone sarà impegnata in una lunga serie di appuntamenti estivi ideati per riscoprire le culture locali attraverso la narrazione dei processi storici a loro interconnessi, mettendo al centro il territorio come luogo dell’identità collettiva, di vita e di relazioni. È la rassegna Teatri fuori dai teatri, il Festival estivo di teatro e ambiente che la Compagnia di Arti e Mestieriorganizza da più di 20 anni in Friuli Venezia Giulia e in Veneto, realizzata con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e facente parte della rete nazionale Ar.te. Arte nei territori, inserita in ItaliaFestival. Un viaggio originale lungo le rive dei fiumi tra sapori, saperi, natura e teatro, nel quale per ogni replica, l’autrice e interprete inserirà aneddoti, miti e curiosità che riguardano la storia di ciascuna località attraversata.

Il tour turistico teatrale della Compagnia di Arti e Mestieri, che comprende passeggiate e spettacoli, parte ufficialmente sabato 18 giugno dalla provincia di Udine. Nella località di Turrida, frazione del Comune di SedeglianoBruna Braidotti, accompagnata da Nicola Milan alla fisarmonica, si esibirà sul greto del Tagliamento alle 19.30 in “Di qua e di là dell’acqua – racconti del Tagliamento“: per il ritrovo, appuntamento presso l’area sagra, alle 19.00. Una narratrice, l’abitante del fiume, racconta storie di pesca, di fate, di guerra, di vita in un tempo in cui il Tagliamento era popolato da pescatori, zattieri e barcaioli, e rappresentava un confine fra un di qua e un di là. Segue cena alla sagra dei Cais a Turrida di Sedegliano. Lo spettacolo farà altre due tappe: sabato 25 giugno a Forgaria nel Friuli, dove dalle 18.00 ci sarà un’escursione lungo il sentiero del lago del Cornino, nel cuore della riserva naturale, prima di raggiungere il greto del Tagliamento alle 20.00, per lo spettacolo (partenza da Pordenone in corriera alle 17.00), interpretando, nel tratto più stretto e suggestivo del fiume, una sirena d’acqua dolce (‘aganis’), che narra la storia di un fiume che ha visto  Forgaria contesa fra il di qua e il di là dell’acqua. E ancora il fiume friulano sarà di scena domenica 26 giugno a Camino al Tagliamento, nel parco comunale alle 19.00, con Bruna Braidotti affiancata dal fisarmonicista Romano Todesco, Precede lo spettacolo l’escursione dalle 17.30, e segue la cena alla sagra di Camino al Tagliamento.

La rassegna “Teatri fuori dai teatri” prosegue in provincia di Pordenone e nel trevigiano, ma anche con alcune tappe in altre regioni.

Mercoledì 20 luglio a Pordenone, a Largo Cervignano ore 20.45, arriva in scena lo spettacolo “Malacarne” di Marco Gnaccolini, diretto da Michele Modesto Casarin: miti intrecciano due vicende, la spasmodica ricerca di un leggendario tesoro nascosto e un amore proibito nato sotto cattiva stella. Sempre a Largo Cervignano, un’altra ospitalità mercoledì 3 agosto alle 20.45, “Le storie di Pulcinella e della Gegia“, regia di Ferruccio Merisi, produzione La Scuola Sperimentale dell’attore.

Si torna ancora “di qua e di là dell’acqua” con “Acqua che viaggia” giovedì 21 luglio a Casarsa della Delizia (provincia di Pordenone), nella località di Versuta ore 20.45, di Bruna Braidotti, con Filippo FossaPaolo Mutti e la musica di Nicola Milan: Fossa e Mutti saranno due narratori-divulgatori che coinvolgeranno il pubblico seguendo l’acqua nei suoi itinerari e nella storia. Lo spettacolo replicherà poi a Tarzo, in provincia di Treviso, all’interno della manifestazione I Cortili dell’Arte, nel cortile in via Fratta di Tarzo, sabato 6 agosto ore 20.45. “Acqua che viaggia” avrà due tappe fuori regione, il 9 luglio a Cagliari, ospite del Festival Giardini Aperti, e il 23 luglio a Bucine (provincia di Arezzo), per il Festival Palco Fluviale.

Dopo che sarà stato in scena in provincia di Como, a Cassina Rizzardi, nell’ambito del festival Terra e Laghi il 29 luglio, lo spettacolo “Italia“, un classico del repertorio della Compagnia di Arti e Mestieri, premiato al concorso Donne e Teatro (Roma 2007), replicherà domenica 7 agosto ore 19.00, a Tramonti di Sopra (provincia di Pordenone), presso Centro Visite Tramonti di Sopra. Bruna Braidotti, in scena con Bianca Manzari, racconta l’Italia dal fascismo ai giorni nostri secondo la particolare visione di due sorelle migrate negli anni della guerra dal Friuli a Milano per lavorare come cameriere. La partenza è da Pordenone in corriera alle 14.30 per raggiungere le Pozze Smeraldine, piscine naturali di svariate forme e profondità accomunate dal colore smeraldo abbagliante, formate dal fiume Meduna e incastonate da enormi blocchi di roccia bianchissima. Segue lo spettacolo, la cena dedicata. Bruna Braidotti e Bianca Manzari saranno nuovamente in scena con un altro successo del repertorio della Compagnia di Arti e Mestieri, domenica 28 agosto a Piancavallo, frazione del Comune di Aviano (Pn): alle 19.00, “La commedia delle donne“, spettacolo vincitore nel 2013 del Premio di drammaturgia femminile Mariangela Melato, vede protagoniste due attrici che, per sopravvivenza e per arte, cercano di conciliare la loro vita quotidiana con il lavoro, attingendo alla Commedia dell’Arte e alle commedie di Carlo Goldoni in un mondo che non è registrato sulla loro indole.

Largo Cervignano a Pordenone, mercoledì 10 agosto alle 20.45, “Interferenze” con Francesco Cevaro e Marco Andreoni, Compagnia della Testa, è, nelle parole della compagnia, «una commedia 2.0 con delirio di parole e musica», per entrare nel flusso di pensieri, gioie e dolori del nostro quotidiano. Ancora da Largo Cervignano partirà venerdì 26 agosto alle 18.00 la passeggiata teatrale nel quartiere Rorai-Cappuccini alla scoperta di luoghi simbolo dello sviluppo industriale pordenonese, dove Bruna Braidotti e Nicola Milan alla fisarmonica si esibiranno in “Racconti di acqua e industrie“.

Oltre al progetto “DI  QUÀ E DI LÀ DELL’ACQUA“, nato per rendere fruibile ad un più vasto pubblico il patrimonio di conoscenze che i fiumi ci riservano, l’intenso lavoro di restituzione della cultura fluviale portato avanti nel tempo da Bruna Braidotti è attualmente affiancato dalla realizzazione di un prodotto multimediale che raccoglie le ricerche fatte nell’arco di più di venti anni con un altro progetto sostenuto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, “ANDAR PER ACQUE  la navigazione fluviale sul Noncello Meduna e Livenza”: da qui il lavoro di sistemazione, catalogazione e registrazione delle ricerche realizzate dalla Compagnia di Arti e Mestieri in questi anni, cui faranno seguito delle presentazioni pubbliche.

La rassegna “Teatri fuori dai teatri” continuerà ancora in settembre con nuovi appuntamenti in via di definizione.

Info e prenotazoni: 0434 40115 – 340 0718557

info@compagniadiartiemestieri.it

www.compagniadiartiemestieri.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.