Aprile 23, 2024

Bellunotoday drink&food magazine

Enogastronomia, Eventi nel Veneto e dintorni

Il raboso del Papa, edizione speciale, alla Caneva di Treviso

2 min read

La Caneva dei Biasio, azienda vinicola Riese Pio X, in occasione della peregrinatio corporis di Pio X lo ricorda con una edizione limitata del suo “Malanotte”: il Papa amava il Raboso, lo si scopre in una sua lettera

Bepi Sarto, il tanto amato papa riesino, è tornato a casa, come aveva promesso. In questi giorni è in corso la peregrinatio corporis a Cendrole di Riese Pio X, decine di migliaia di fedeli e turisti stanno passando per il Comune riesino. Tutte le informazioni su www.papapiox.it

In occasione dei festeggiamenti, la storica azienda vinicola La Caneva dei Biasio, ha deciso di dedicare una bottiglia speciale a Pio X, il “Raboso del Papa”. Una scelta che ha un fondamento storico. Il 15 febbraio 1903 l’allora cardinale Giuseppe Sarto (sarebbe diventato Papa di lì a poco, il 4 agosto 1903) scrisse una lettera a monsignor Luigi Camavitto, all’epoca arciprete di Castelfranco, per ringraziarlo del dono di una cassetta di “vecchio raboso” che il riesino giudicò “veramente ottimo”. Un modo semplice e schietto di un uomo di fede che, come è stato confermato nel processo di canonizzazione, amava la sana cucina veneta e il buon vino.

Di qui la decisione di realizzare un’edizione limitata di un Raboso speciale, un Malanotte del Piave Docg che unisce la forza del Raboso alla morbidezza della parte di passito, un vino deciso e contadino nella sua anima, ma maturato e reso eccellente da un processo di vinificazione di altissimo livello. Una bottiglia figlia di una raccolta di uve del 2016, che dopo quattro anni di maturazione tra botti e bottiglia adesso potrà essere stappata ufficialmente. Le bottiglie hanno una etichetta che cita la frase di Pio X.

Il “Raboso del Papa” sarà presentato ufficialmente dal 9 al 15 ottobre nella sede del wine shop della Caneva dei Biasio, collocato di fronte alla Chiesa delle Cendrole, meta dei pellegrinaggi.

“Accanto a questa produzione limitata abbiamo deciso di lanciare anche due linee, sempre dedicate al nostro Papa”, dice Valter Porcellato, titolare della Caneva dei Biasio, azienda che peraltro lavora per il marketing territoriale riesino anche sostenendo il progetto “The Walla”. “Si tratta di un bianco e di un rosso che di volta in volta rappresenteranno i migliori prodotti della nostra azienda. Per questi primi giorni abbiamo pensato ad un Malbech e ad un Traminer. Invitiamo tutti i pellegrini a degustare i nostri vini, sarà un modo per apprezzare i gusti e i sapori dell’enogastronomia contadina del territorio, la stessa che amava Bepi Sarto quando viveva qui”.

La Caneva dei Biasio è in via Cendrole 7 a Riese Pio X, Treviso. Telefono: 0423 483153. Info: www.lacanevadeibiasio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.